Privacy Policy
Crea sito

Riciclare l’anidride carbonica per ottenere combustibile

Riciclare l’anidride carbonica non solo è conveniente ma sarà una fonte importante di energia

Da non molto tempo si sta pensando a come combattere la diffusione della CO2 nell’ambiente e una delle soluzioni potrebbe essere riciclare l’anidride carbonica mediante dei sistemi in grado di catturarla e trasformarla in un carburante fossile sintetico. Fino a qualche tempo fa questa soluzione sembrava essere una vera e propria chimera ma attualmente sembra essere una soluzione non solo interessante per ciò che concerne la salvaguardia dell’ambiente ma anche abbordabile dal punto di vista economico.

Riciclare l’anidride carbonica non significa, come accennato in precedenza, non significa eliminare grosse quantità di questo pericolosissimo gas ma cercare di diminuire la quantità di CO2 presente nell’aria e nello stesso tempo ottenere del carburante in modo da poter portare denaro nelle casse di chi sobbarcherà le spese della costruzione di queste strutture. In effetti usare questo carburante produrrà anidride carbonica ma sarà quella sottratta dall’ambiente che a sua volta sarà riciclata e rientrerà nel circolo virtuoso. Naturalmente quanto più si svilupperanno queste strutture maggiori sarà la quantità di questo gas che sarà sottratto dall’ambiente. Le stime sembrano essere decisamente incoraggianti perché si parla della produzione di circa duecento barili di carburante al giorno e tenendo presente che le fonti cominciano a diminuite in modo esponenziale si deve pensare a nuovi modi di ottenere il carburante per mantenere tutte le strutture attualmente presenti.

Sebbene non sia un passo decisivo nell’abbattimento dell’inquinamento globale riciclare l’anidride carbonica potrebbe avere risvolti anche molto importanti dal punto di vista geopolitico oltre che economico ed in parte ambientale. Si deve tenere presente che questo sistema di riciclaggio sarà in attività entro due o tre anni riuscendo ad ottenere dei risultati molto importanti sotto molti punti di vista ma non può esser certamente definita la soluzione conclusiva per la pulizia dell’ambiente.