Privacy Policy

Letteratura italiana: dagli arbori al medioevo

L’inizio della letteratura italiana si ha nel tredicesimo secolo ma la sua nascita fu molto travagliata

Di solito si tende far partire la nascita della letteratura italiana nel tredicesimo secolo quando cominciarono a fiorire in tutta italia vari stili letterari differenti ma la sua gestazione durò ben otto secoli caratterizzati da instabilità politica e fragilità economica. Il grande spartiacque storico e letterario in Italia ed in Europa fu la caduta dell’Impero Romano che avvenne con la deposizione, da parte di Odoacre, del giovane imperatore Romolo Augustolo e l’inizio delle invasioni barbariche In questo contesto devono essere inseriti i bizantini che per lunghi tratti dell’alto medioevo conquistando molti territori rimsdti ormai sguarniti.

Il primo documento scritto in versi in italiano è l’Indovinello Veronese databile intorno al nono secolo mentre il primo documento che attesta l’italiano come lingua ufficiale sono i Placiti Cassinesi scritti intorno al decimo secolo. Bisogna però dire che a causa di un forte legame con il latino la letteratura  italiana tardò ad arrivare anche perché la lingua delle persone istruite, per lo più il clero, rimase il latino mentre il volgare divenne la lingua del popolo. Il primo testo letterario realmente in italiano possono essere considerati il Ritmo Laurentiano, il Ritmo di Sant’Alessio ed il Ritmo Cassinese.

Un elemento importante di questo periodo è l’influenza della lingua d’oc e la lingua d’oil, entrambi francesi, nelle corti dell’Italia settentrionale che non produssero opere d’arte particolari anche se la letteratura italiana si arricchì grazie ad opere molto interessanti come il Tresor di Brunetto Latini oppure il Il Milione scritto in francese da Rustichello da Pisa sotto dettatura di Marco Polo, l’intrepido esploratore veneziano, e Sordello da Goito che creò dei pregevoli versi d’amore. La cosa cambiò quando Guidone d’Arezzo portò in Toscana il Canzoniere Siciliano portando in questa regione una nuova poetica.